UNA STRATEGIA DI PESCA NEL SURF CASTING - Blog Raccontidipesca
Crea sito

UNA STRATEGIA DI PESCA NEL SURF CASTING

 

UNA STRATEGIA DI PESCA NEL SURF CASTING
UNA STRATEGIA DI PESCA NEL SURF CASTING

UNA STRATEGIA DI PESCA NEL SURF CASTING

Nella pesca con la canna da lancio dalla spiaggia, anche battendo litorali notoriamente pescosi e in condizioni meteo-marine delle migliori, potrà capitarci di passare delle ore in attesa di vedere piegare una canna concludendo l‘uscita con un cappotto a parere di tutti ormai preannunciato ed inevitabile. Il fatto non deve

meravigliaci più di tanto in quanto trattandosi di una pesca d’attesa nella quale è fondamentale l‘incontro della preda con il boccone, va da se’ che, indipendentemente dai luoghi e dalle condizioni, quando non ce attività sul fondo e di pesci in giro ce ne sono ben pochi, le possibilità di un tale incontro si riducono al minimo. In simili condizioni la maggior parte  dei praticanti sarà portata a ricercare le prede il più lontano possibile dalla riva, ricorrendo a tutti i più  sofisticati espedienti per allungare i propri lanci, nell’illusione che se il pesce non è presente sotto riva debba necessariamente bazzicare i fondali più al largo. A volte questa strategia potrà dare buoni risultati, ma per esperienze accumulate in anni di beach casting hanno ormai insegnato come nelle serate di scarsa attività alieutica la latitanza delle prede risulti pressoché fisiologica, tanto sotto riva quanta al largo. L’unica arma che potremo avere a disposizione per risolvere a nostro favore una situazione cosi sfavorevole, magari non riempiendo il carniere almeno con qualche  pesce  che possa evitarci un cappotto. consiste nel ’adottare una strategia di pesca adeguata Alla specifica circostanza. Se nelle serate particolarmente pescose sarà sufficiente appoggiare l’esca sul fondo e attendere fiduciosi che questa venga in breve tempo ingoiata da qualche preda di passaggio, nelle battute caratterizzate da scarsa attività dovrà essere il nostro boccone a incontrare la preda e non il contrario. A tal fine dovremo accelerare i tempi di ritorno in pesca evitando l’errore di aspettare per troppo tempo un’abboccata che tarda ad arrivare e che molto probabilmente non arriverà mai. Innanzitutto sarà opportuno eliminare il secondo amo da ogni canna, in quanto assolutamente inutile nelle serate di scarsa attività. Questo ci permettere sia di evitare lo spreco di esca preziosa, sia di allungare di qualche metro verso il largo la nostra area di ricerca. Dopodiché dovremo impegnarci in una sistematica e laboriosa azione di ricerca della preda, dividendo idealmente lo spazio di mare antistante in tanti piccoli settori, a partire dal sotto riva per arrivare alla massima distanza. Una volta lanciate le canne si dovrà attendere una possibile abboccata per non più di dieci minuti, trascorsi i quali si dovrà provvedere con sollecitudine al recupero settori sempre diversi.

Solo variando per tutto l’arco della serata sia la direzione che  la distanza di lancio per saggiare più settori possibili, avremo la certezza di avere battuto metro per metro il fondale antistante. Anche se per alcuni tutto ciò potrà equivalere alla ricerca del fantomatico ago nel pagliaio, il sistema  funziona e il più  delle volte i nostri sforzi verranno premiati dal risultato di spiaggiare qualche insperata preda fra l’incredulità di tutti i compagni di battuta. Il giudizio finale so poi il gioco valga la candela lo Lascio  alla sensibilità di ognuno  noi.

Puoi anche leggere ABC Surf casting tutti i termini usati nel surfcasting

UNA STRATEGIA DI PESCA NEL SURF CASTING
UNA STRATEGIA DI PESCA NEL SURF CASTING

Personalmente posso confermare che applicando questa particolare strategia di ricerca mi e riuscito in più occasioni di salvarci l’esito di una gara, magari facendo quell’unica preda risolutiva in pochi minuti dal fischio di chiusura, o nella pesca di tutti i giorni di essere il solo a portare a riva qualche pesce su una spiaggia caratterizzata da una bella serie di cappotti. Questi erano i risultati ai quali miravo, e mi hanno ampiamente ripagato di tutti gli sforzi profusi.

QUANDO IL PESCE E DIFFICILE CHI CERCA TROVA

strategia di pesca a fondo
strategia di pesca a fondo

Scritto da Davide MONA  per Raccontidipesca

Se ti è piaciuto , e se pensi che piacerà anche agli amici, segnala questo post su FACEBOOK, cliccando sul pulsante blu qui in basso. ovviamente restiamo in attesa dei vostri commenti felici di leggere le tue opinioni ed impressioni ci aiuterai a crescere.