La pesca con la canna torna protagonista nel porto di Civitavecchia - Blog Raccontidipesca
Crea sito

La pesca con la canna torna protagonista nel porto di Civitavecchia

Fonte :https://www.centumcellae.it/

CIVITAVECCHIA – Domenica 11 aprile si è disputata a Civitavecchia la prima delle tre prove selettive in programma che determineranno il campione provinciale e gli atleti qualificati al Campionato Nazionale canna da riva Senior 2022.

Gli agonisti locali e romani della canna da riva, per diversi motivi, attendevano questo evento con impazienza. Forse quello più importante è stato quello di tornare nel porto di Civitavecchia, un tempo campo di gara fisso della canna da riva che a far tempo dalla fine degli anni novanta e fino ad oggi è stato tagliato, togliendo così la possibilità di una rappresentanza locale dai campionati del circuito Nazionale.

E dire che per anni, nella fase storica, Civitavecchia era considerata una vera e propria culla di campioni che nell’ambito della gloriosa società Alunni del Mare con talenti del calibro di Mariano Sonno e del compianto Impero Massarelli, oltre che una fitta schiera di altri ottimi talenti, hanno rappresentato e portato in alto il nome della nostra città in tutta Italia.

Altro motivo di interesse era quello che, l’organizzazione di gare come queste, potrebbero significare una vera e propria svolta per altri tipi di manifestazioni importanti e determinare una significativa apertura alla pesca agonistica con il conseguente avvio di un turismo sportivo. Volano importante per le attività commerciali, logistiche, marinare e alberghiere della città.

Terzo motivo il campo di gara, alla maggior parte dei concorrenti sconosciuto che rappresentava diverse incognite.

Quarto lo spettacolo di rivivere una gara tra “vecchie glorie” e con grande piacere anche di nuove e promettente leve.

Alla mattina di domenica 11 aprile, alle ore 7:00, i concorrenti nel completo rispetto delle norme anti covid si sono posizionati sul campo di gara (il molo 28 del porto di Civitavecchia). Non aiutati dalle condizioni meteo di forte vento, i concorrenti sono comunque riusciti, al termine delle tre ore di gara, a mettere nelle nasse pesce di fondo, sparli, saraghi, occhiate, savari e qualche determinante muggine di taglia. Regolarmente rilasciati in mare.

Dopo una pesatura precisa le classifiche vedevano vincere i settori da Gino Morali, Roberto Coppari Francesco Di Lisciandro dell’ASD Canna da Riva.

Un ringraziamento particolare viene rivolto dagli organizzatori al Comandante Tomas ed a tutti gli uomini della Guardia Costiera, al dott. Matteuzzi e dott. Tossio dell’Autorità di Sistema Portuale che hanno agevolato l’organizzazione della manifestazione. Al delegato allo sport Consigliere Comunale Iacomelli, al Giudice di gara Alessandro De Santis e al Direttore di Gara Romeo Antonini.

Gli agonisti locali e romani della canna da riva, per diversi motivi, attendevano questo evento con impazienza. Forse quello più importante è stato quello di tornare nel porto di Civitavecchia, un tempo campo di gara fisso della canna da riva che a far tempo dalla fine degli anni novanta e fino ad oggi è stato tagliato, togliendo così la possibilità di una rappresentanza locale dai campionati del circuito Nazionale.

E dire che per anni, nella fase storica, Civitavecchia era considerata una vera e propria culla di campioni che nell’ambito della gloriosa società Alunni del Mare con talenti del calibro di Mariano Sonno e del compianto Impero Massarelli, oltre che una fitta schiera di altri ottimi talenti, hanno rappresentato e portato in alto il nome della nostra città in tutta Italia.

Altro motivo di interesse era quello che, l’organizzazione di gare come queste, potrebbero significare una vera e propria svolta per altri tipi di manifestazioni importanti e determinare una significativa apertura alla pesca agonistica con il conseguente avvio di un turismo sportivo. Volano importante per le attività commerciali, logistiche, marinare e alberghiere della città.

Terzo motivo il campo di gara, alla maggior parte dei concorrenti sconosciuto che rappresentava diverse incognite.

Quarto lo spettacolo di rivivere una gara tra “vecchie glorie” e con grande piacere anche di nuove e promettente leve.

Alla mattina di domenica 11 aprile, alle ore 7:00, i concorrenti nel completo rispetto delle norme anti covid si sono posizionati sul campo di gara (il molo 28 del porto di Civitavecchia). Non aiutati dalle condizioni meteo di forte vento, i concorrenti sono comunque riusciti, al termine delle tre ore di gara, a mettere nelle nasse pesce di fondo, sparli, saraghi, occhiate, savari e qualche determinante muggine di taglia. Regolarmente rilasciati in mare.

Dopo una pesatura precisa le classifiche vedevano vincere i settori da Gino Morali, Roberto Coppari Francesco Di Lisciandro dell’ASD Canna da Riva.

Un ringraziamento particolare viene rivolto dagli organizzatori al Comandante Tomas ed a tutti gli uomini della Guardia Costiera, al dott. Matteuzzi e dott. Tossio dell’Autorità di Sistema Portuale che hanno agevolato l’organizzazione della manifestazione. Al delegato allo sport Consigliere Comunale Iacomelli, al Giudice di gara Alessandro De Santis e al Direttore di Gara Romeo Antonini.

Fonte: Centumcellae News