I venti favorevoli alla pesca sportiva
Crea sito

I venti favorevoli alla pesca sportiva


rosa dei venti 2 per rcdp

 

Questa dei venti è una tematica molto importante e comunque complessa quindi ,non si ha la presunzione di  voler illustrare  un corso di meteorologia  o di specificare le alchimie  o regole fisse ed esatte per la riuscita perfetta di una battuta di pesca,  ma semplicemente indicare  alcuni aspetti che influenzano e non poco la pesca.
Infatti in base al tipo di vento che soffia’ cambiano le condizioni del mare (il suo moto ondoso) e può servirci anche a prevedere l’evoluzione del tempo, se ad esempio alcune nuvole portatrici di pioggia verranno spazzate via! .

 I venti  principali che soffiano in Italia sono raccolti nell’immagine sotto. rosa dei venti per rcdp

 

Tramontana ,Grecale Levante , Scirocco ,Mezzogiorno, Libeccio Ponente Maestrale;

Vento di Tramontana Nord

Vento freddo che spira da nord secco e portatore di cielo sereno ,molto simile per gli effetti al Maestrale , che caratterizzato da forti raffiche , temuto a Trieste dove assume il nome di Bora, condizioni difficili per il pescatore, anche se associato a condizioni di piena scaduta.

Vento di Grecale Nord-Est

Anch’esso è un vento tipicamente invernale ,spira a raffiche dal mare ,portatore di cielo sereno alcuni lo ritengono buono per il surf-casting.

Vento di Levante est

Vento invernale che spira debole da est, fresco e umido accompagna perturbazioni anche di notevoli intensità, spesso preannuncia l’arrivo dello scirocco e di precipitazioni, vento da escludere per la pesca in scogliera e in situazioni di scarsa sicurezza in quanto è spesso accompagnato da mareggiate.

Vediamo alcuni  venti che danno condizioni favorevoli alla pesca: Di solito i venti provenienti da sud come il mezzogiorno, scirocco e libeccio;

 

Vento di scirocco Sud-Est

in che modo  può essere previsto: sono preceduti da caldo umido e afoso, nubi basse, dense, di colore scuro, provenienti da Sud-Est e che pur essendo molto estese come dimensioni, mostrano sprazzi di cielo azzurro.
Inoltre il barometro rileverà una diminuzione di pressione.
Questo vento porta la pioggia, ma è buono per andare a pesca muniti di giacca impermeabile, perché pur non riuscendo ad intorbidare l’acqua, ciò è compensato dall’assenza del sole, per cui il pesce non vedrà la lenza in pesca.

Vento da Sud (mezzogiorno)

Questo vento è preannunciato dalle stesse condizioni viste prima per lo scirocco, tranne per la direzione di provenienza delle nubi, che in questo caso è ovviamente da Sud.
Come lo scirocco, è un vento che porta pioggia ma è favorevole per andarsene a pesca.

Vento di Libeccio Sud-Ovest

Questo vento porta la mareggiata.
in che modo  può essere previsto: con alcuni giorni di anticipo, dalla presenza di nuvole molto piccole, di forma quasi circolare, di colore roseo, sparse e che si muovono velocemente provenienti da Sud-Ovest anche se a bassa quota non c’è vento.
Col passare dei giorni queste piccole nuvole tendono ad ingrandirsi, conservando un colore roseo tutt’intorno e scure al centro.
La sera precedente la mareggiata il cielo è rosso, la visibilità in mare è ottima , soffia un vento debole proveniente da Sud-Ovest e il mare diventa lungo a causa della mareggiata in avvicinamento.
Durante la notte le nubi si addensano e il vento aumenta sempre più, mentre il giorno seguente soffierà forte e il mare sarà ribollente.
Queste condizioni del mare sono ottimali per pescare saraghi e spigole.

 

 Vento di Maestrale Nord-Ovest

E’ un vento invernale tipicamente Mediterraneo che soffia forte da Nord Ovest portatore di cielo sereno e clima asciutto ,il mare assume un moto ondoso sostenuto a cui si associano di frequente potenti mareggiate.

Vento di Ponente  ovest

Vento fresco che allieta le giornate estive , debole spira da Ovest poco influente per la pesca sportiva.

Sicuramente ogni zona geografica  ha un vento principale che regna per la maggior parte dell’anno.
In molte spiagge  la pescosità è data appunto dal vento che domina. Ad esempio una spiaggia può essere pescosa quando è esposta a venti da Sud e meno pescosa con venti provenienti da Nord. In cava ad esempio, a trote, la sponda con il vento in faccia è sempre la migliore. Quando si pesca con la tecnica della passata, il vento contrario al “senso di marcia” del galleggiante, opera una trattenuta naturale che nessun dito può imitare…questi alcuni dei lati positivi, poi ci sono quelli negativi, non ultimo l’azione del vento sul fusto della canna in tiro.

Manuale del pescatore. Guida pratica alla pesca in mare e in acque dolci

Se ti è piaciuto , e se pensi che piacerà anche agli amici, segnala questo post su FACEBOOK, cliccando sul pulsante blu qui in basso.  ovviamente  restiamo in attesa dei vostri commenti felici di leggere le tue opinioni ed impressioni ci aiuterai a crescere.

Scritto da DAVIDE MONA per Raccontidipesca