Come scegliere la Canna da pesca ?
Crea sito

Come scegliere la Canna da pesca ?

La Canna da pesca ?

In questo articolo non si ha la presunzione di voler indicare in assoluto la miglior canna da pesca   ,ma solo un aiuto ai lettori su quelle che sono in sintesi le nomenclature e le caratteristiche che caratterizzano il nostro attrezzo e il suo acquisto, capire bene per scegliere meglio. quanto meno sapere cosa vi e scritto a volte sopra una canna e cosa significa .

Cosa vuol dire :

POTENZA

La portata è il peso da usare per un rendimento ottimale della canna. Esempio 30 /80 gr. E’ un imperativo quello di non superare il peso massimale indicato, il rischio è quello  di rompere la canna . La potenza di una canna è molto spesso espressa in libre per le canne da carpa e da traina ,in grammi per gli altri tipi di canna ; può  essere utile sapere che (1libbra=43 gr.)

AZIONE

Si determina osservando la curvatura che prende la canna nel momento della trazione .Una curvatura su un terzo, due terzi o la totalità della lunghezza, definisce rispettivamente un’azione di punta ,semi parabolica e parabolica. Un’azione di punta favorisce una buona reattività nel momento della ferrata e una buona precisione nei lanci. Un ‘ azione semi parabolica asseconda le ferrate un po’ esagerate permettendo una buona tenuta del pesce allamato. Le canne ad azione parabolica invece sono meno usate ,e permettono di pescare leggero , e accompagnano tutte le testate del pesce.                        

canne_azioni

COMPOSIZIONE PRINCIPALE

I materiali principalmente usati per la composizione e la costruzione delle canne sono tre: il carbonio  caratterizzato da leggerezza  e resistenza alla trazione ,la fibra di vetro piena molto solida ma abbastanza pesante ,e la fibra di vetro vuota economica e tollerate. Il misto di vetro e carbonio è a sua volta resistente e spesso abbastanza economico.

NUMERO DI ELEMENTI

Una canna è generalmente composta da numerose parti che si incastrano tra di loro con diversi procedimenti

TIPO DI INNESTO

Si tratta del modello d’assemblaggio di diversi elementi della canna.

Classico: garantisce la solidità.

Inverso: autorizza una buona continuità dell’azione oltre che un accorciamento automatico della canna.

Spigot: estetico, permette una buona continuità del diametro della canna.

Telescopica :gli elementi sono retraibili gli uni negli altri . Le canne chiamate telescopiche hanno il vantaggio di presentare un ingombro molto contenuto.

  IL MATERIALE CON CUI SONO FATTI GLI ANELLI

La ceramica :ha un buon rapporto resistenza/prezzo. anello

L’oal : (ossido d’alluminio) è leggero e resistente .

Il sic: (carburo di silicio) è estremamente duro e permette l’utilizzo di trecce.

Il fuji sic: e un materiale che permette una buona dissipazione di calore evitando il riscaldamento e l’usura del filo, permettendo l’uso di trecce.

TIPO DI PORTA MULINELLO

Gli anelli ,leggeri,  permettono di spostare il mulinello lungo l’impugnatura assicurando l’equilibrio perfetto dell’insieme canna+ mulinello. I porta mulinelli a vite assicurano un fissaggio molto solido.

-placca porta mulinello
-placca porta mulinello

Infine il porta mulinello a cremagliera molto leggero offre una buona tenuta del mulinello.

porta mulinello
porta mulinello

 

 

 

 

TIPO DI IMPUGNATURA

I materiali usati per la realizzazione delle impugnature delle canne sono generalmente la schiuma e i il sughero. La schiuma è un materiale sintetico resistente e di facile manutenzione . Il sughero è un materiale tradizionale che assicura un buon comfort di presa. Possiamo trovare anche delle impugnature in gomma per una buona aderenza e solidità . certe impugnature sono smontabili per facilitare la sistemazione delle canne. Cardano :  Posizionato all’estremità dell’ impugnatura delle canne da traina ,stand-up e da sostenere.il cardano permette l’incastro sulla cintura da combattimento di solito usata nella pesca dei grandi predatori come il Marlin blu.

PESO

E’ espresso in grammi . Condiziona l’equilibrio dell’insieme canna-mulinello.

 

 

Se ti è piaciuto , e se pensi che piacerà anche agli amici, segnala questo post su FACEBOOK, cliccando sul pulsante blu qui in basso.

Scritto da DAVIDE MONA per racconti di pesca.